Rugby

RUGBY

Uno degli sport di squadra più importanti dal punto di vista storico del mondo. Discendente, tra gli altri, del calcio fiorentino per la sua particolarità dell’essere giocato con le mani, il rugby vede la luce verso il 1823 grazie all’intuizione di William Webb Ellis che cercò di regolarizzare le varie forme di giochi simili esistenti. L’introduzione di norme specifiche creò non poche divisioni, tanto che proprio nell’evoluzione delle stesse nacque la Football Association, federazione che può dirsi generatrice del gioco del calcio. Il terreno da gioco su cui svolgere l’attività ha dimensioni di 114 metri di lunghezza per 66 di larghezza, tra il fondo dei due lati del campo ed i quindici metri precedenti è posta l’area di meta segnata da una porta. Le squadre sono composte da quindici giocatori, lo scopo è quello di portare il pallone ovale nell’area di meta avversaria. Il regolamento del rugby è molto vasto, tra le norme più importanti c’è quella del divieto di passaggi in avanti verso un compagno di squadra.

Categorie

Cadette – Cadetti nati nel 2006- 2005
 

Tempi di gioco

Ciascuna squadra è composta da 10 giocatrici/tori; di queste/i 7 scendono in campo.
Gli incontri si disputano in 2 tempi di 20’ ciascuno con intervallo di 5’. 
Nei tornei a concentramento o con più squadre il tempo di gioco di ogni squadra, nella giornata, non deve superare i 60 minuti.

Impianti e attrezzature

Il campo misura di norma mt 40/45 di larghezza e mt 55/70 di lunghezza (comprese le aree di meta della larghezza di 5 mt).
Il fondo deve essere possibilmente erboso e comunque non duro, quindi pericoloso. Sono ammessi campi di dimensioni inferiori.
Si utilizza la palla ovale n° 4.

Regole di base

Ogni meta vale 5 punti. Alla fine dell’incontro verranno realizzati, mediante calcio di rimbalzo (drop), tanti tentativi di porta quante sono le mete realizzate da ciascuna squadra.
Per ogni tiro trasformato 2 punti. 
Il pallone può essere giocato con i piedi solamente dentro i “22”, segnati a m.10 circa dalla linea di meta.
La conquista del pallone può avvenire solo attraverso il tallonaggio. E’ vietata la spinta. Alla rimessa laterale nell’allineamento partecipano 2 giocatori per squadra e non si può alzare il saltatore.
Sono previste tutte le riprese del gioco e le sostituzioni “volanti”. La mischia è composta da 3 giocatori.
Modifica al regolamento: dopo la segnatura di una meta il calcio di rinvio viene effettuato dalla squadra che l’ha realizzata. 

Criteri di classifica

Nei tornei con formula di girone all’italiana, in caso di parità di punti, la squadra che passa al turno successivo è determinata  dai seguenti criteri:

  1. risultati conseguiti negli incontri diretti;
  2. differenza punti realizzati e punti subiti;
  3. differenza mete;
  4. media dell’età dei componenti la squadra, passa quella più giovane;
  5. sorteggio.

Norme generali

Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al Progetto tecnico dei Campionati Studenteschi e al regolamento tecnico della F.I.P.