VOLLEY

Lo sport probabilmente più diffuso a livello scolastico. Il volley viene ideato nel 1895 negli Stati Uniti e si sviluppa presto in tutto il mondo, stranamente la sua ammissione nel panorama dei Giochi Olimpici arriva soltanto per l’edizione di Tokyo 1964. Il campo misura 18 metri per 9 di larghezza ed è diviso da una rete posta ad una altezza di 2,43m per la pallavolo maschile e 2,24m per la femminile. Si sfidano due formazioni composte da sei giocatori, la rosa può essere composta da un massimo di dodici atleti. Ogni squadra è divisa in ruoli specifici che differenziano le caratteristiche del gioco: alzatore, schiacciatore, opposto, centrale e libero, quest’ultimo ha compiti unicamente di ricezione difensiva e non può realizzare punti. Il match si gioca al meglio dei cinque set: ogni frazione viene vinta al raggiungimento del venticinquesimo punto e deve comunque esserci uno scarto di almeno due punti. Il quinto set viene chiamato tie-break e si svolge al meglio dei quindici punti sempre con due di scarto minimo.

Categorie

Cadette – Cadetti nati nel 2006-2005
 

Composizione squadre

Ciascuna squadra è composta da 6 giocatrici/tori; di queste/i 3 scendono in campo a rotazione continua. 

Modalità della Partita

Ciascun set termina quando la squadra ha raggiunto 25 punti con un minimo di 2 punti di vantaggio sulla squadra avversaria.
Il 3° set  termina quando la squadra ha raggiunto 15 punti con un minimo di 2 punti di vantaggio sulla squadra avversaria (cambio di campo a 8).
 

Impianti e attrezzature

Il campo misura mt. 6 di larghezza e mt. 12 di lunghezza.
La rete deve essere posta a mt. 1,90 per la cat. Cadette, a mt 2,00 per la cat. Cadetti.
È consentito l’uso di vari tipi di pallone, in pelle o in materiale sintetico, purché vengano rispettate le seguenti dimensioni: circonferenza da cm. 62 a cm. 67, peso da gr. 230 a gr. 250. 
 

Regole di base

 La tecnica di esecuzione della battuta è obbligatoria dal basso; la zona di servizio è larga mt. 6 ; quando la palla di servizio tocca la rete, ma passa comunque nel campo avverso, l’azione continua. La palla può colpire ogni parte del corpo del giocatore. Non costituisce fallo la ricezione del servizio avversario eseguita con tecnica di palleggio. Il contatto del giocatore con qualsiasi porzione della rete compresa fra le due bande laterali, costituisce sempre fallo.
 

Punteggi e classifiche

Per ciascun set vinto viene attribuito 1 punto, per cui gli incontri possono concludersi sul 2 – 0 o sul 2 – 1; nel caso in cui due o più squadre risultino alla pari, la graduatoria viene stabilita, in ordine prioritario:
1. in base al maggior numero di gare vinte;
2. in base al miglior quoziente set;
3. in base al miglior quoziente punti;
4. risultato degli incontri diretti tra le squadre a pari punti.
 

Norme generali

 Per quanto non espressamente indicato, si fa riferimento al Progetto tecnico dei Campionati Studenteschi e al regolamento tecnico della F.I.P.A.V.
Torna su